top of page

Mindfulness in gravidanza




Durante il periodo della gravidanza i cambiamenti che la donna e chi le sta accanto devono affrontare sono indubbiamente tantissimi: cambiamenti fisici, ormonali, di prospettive, economici, ecc. Non stupisce quindi che questo, oltre ad essere un momento molto bello, possa comportare anche stress e ansia che possono interferire nella relazione madre-neonato e nello sviluppo del bambino stesso.

Da studi recenti (Gavin et al., 2005) emerge che il 18% delle mamme sperimentano degli episodi depressivi nel corso della gravidanza.


Per vivere al meglio questo delicato passaggio, l’efficacia della pratica della Mindfulness è stata già provata (Warriner, Hunter e Dymond, 2016; Duncan et al., 2014; Vieten e Astin, 2008). Sono stati riscontrati, infatti, significativi miglioramenti nel tono dell’umore e una diminuzione di ansia e stress nel periodo successivo al parto tra le donne che avevano seguito un corso di Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR) in gravidanza. Praticare la Mindfulness durante l’attesa e dopo la nascita aiuta a essere presenti nel corso delle intense, gioiose e talvolta stressanti settimane in cui iniziamo a prenderci cura del nostro bambino.


La Mindfulness è un ottimo strumento, che potrà aiutarti a vivere al meglio questo cammino e ad aumentare la fiducia nelle proprie abilità:

• godendoti pienamente le gioie di quest’esperienza;

• affrontando i momenti e i cambiamenti difficili (dolore del parto, stress, paure , ecc .), con uno sguardo amorevole e accogliente verso te stessa ;

• migliorando la comunicazione, il senso di connessione e la cooperazione all'interno della coppia;

• preparandoti al “dopo”, aumentando la capacità di sintonizzarti con il tuo bambino, diventando un genitore più consapevole, attento e amorevole ;

• sviluppando l ’accettazione di pensieri, sensazioni, emozioni ;

• riducendo i rischi di depressione post -partum .